Skip to main content

Topic outline

  • PROGRAMMA SCIENTIFICO

    14.00|14.30 Registrazione Partecipanti

    14.30|14.45 Presentazione ed obiettivi del corso

    G. Di Marco - A. Vivona


    Saluto delle Autorità

    Vito Barraco Presidente Ordine dei Medici


    I SESSIONE: ASMA ≠ BPCO

    14.45|16.15 ASMA≠ BPCO: perché la necessità di porre una diagnosi Anatomia e fisiologia dell’apparato bronchiale

    G. Di Marco - A. Vivona


    La spirometria, esame indispensabile per porre diagnosi di malattia. Caratteristiche spirometriche del paziente asmatico e del paziente BPCO

    G. Di Marco - A. Vivona


    II SESSIONE: ASMA, ASMA NON CONTROLLATA E ASMA GRAVE

    16.15|18.00 Stadiazione dell’ASMA: dati spirometrici, sintomi e consumo di farmaci

    G. Di Marco - A. Vivona


    ASMA: comorbilità, fattori di rischio e di non controllo

    G. Di Marco - A. Vivona


    Quando sospettare un’asma grave. Esami necessari per la diagnosi di asma grave. Fenotipi dell’asma grave e relative scelte della terapia biologica

    G. Di Marco - A. Vivona


    II SESSIONE: STADIAZIONE E FONOTIPI DELLA BPCO

    18.00|19.45 La spirometria e la stadiazione della BPCO

    G. Di Marco - A. Vivona


    Misurare sintomi e riacutizzazioni nella fenotipizzazione della BPCO 

    Misurare la dispnea e nella fenotipizzazione di BPCO 

    Ulteriori esami utili perl’inquadramento del BPCO riacutizzatore

    Ulteriori esami utili per l’inquadramento del BPCO dispnoico-enfisematoso

    G. Di Marco - A. Vivona


    Terapia inalatoria ragionata del paziente BPCO

    G. Di Marco - A. Vivona


    19.45|20.15 Chiusura e questionario di verifica ECM

  • RAZIONALE

    A trent’anni circa dalla prima pubblicazione delle linee Guida Internazionali GINA e GOLD, le malattie respiratorie sono ancora sostanzialmente sottostimate e sotto trattate, ma soprattutto mal diagnosticate e maltrattate.

    I numerosi punti valutare l’importanza di una esatta diagnosi che comprenda: storia clinica, deficit funzionale e fenotipizzazione del paziente. E’ successo così che i nodi sono venuti al pettine. Recentemente le autorità sanitarie, stanche di anni di indicazioni e raccomandazioni disattese, hanno pubblicato norme, piani terapeutici, e note prescrittive che stanno mettendo in difficoltà medici e strutture sanitarie preposte proprio alla diagnosi ed al trattamento delle più rilevanti patologie respiratorie: ASMA e BPCO.

    Nasce quindi l’esigenza formativa per i Medici di Medicina Generale di acquisire la capacità di porre una precisa diagnosi e di prescrivere una appropriata terapia farmacologica. Il MMG deve quindi farsi carico del percorso che conduce a porre o escludere una diagnosi di ASMA o di BPCO, e che comprende: l’indagine sulla storia clinica, la conferma mediante esami funzionali, l’individuazione dei fattori aggravanti e scatenanti, la fenotipizzazione, la verifica dell’aderenza e dell’appropriatezza della terapia, la ricerca e il trattamento delle comorbilità.

    L’iter di questo evento formativo porta il MMG a sviluppare i meccanismi del ragionamento alla base della diagnosi e della terapia di ASMA e BPCO. Per raggiungere gli obiettivi prefissati si è scelto di utilizzare una format svolto in aula in modo induttivo- interattivo e in tempo reale tra relatore e discente, da postazioni digitali personali, mediante mappe concettuali da comporre, puzzle digitali, flow chart da seguire, utilizzo del Drag&Drop.